BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ E se dopo la "sbornia" delle 6 ore tornassimo alla proposta Bertagna?

Pubblicazione:

Il ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo (InfoPhoto)  Il ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo (InfoPhoto)

Da risparmiare sono i 183 milioni di euro indicati dalla legge 135 per il 2013:  molto meno dei 721 derivanti, entro il 2015, dalle misure proposte illustrate, sulla scuola, nella relazione tecnica allegata al ddl. Quindi il percorso non è impossibile.

4. Forse non è questo il momento (né per il tipo di Governo in carica, né per la situazione politica) di guardare a grandi prospettive. Ma un sistema che avrebbe coniugato risparmio ed efficacia formativa era quello presente nella prima proposta Bertagna (epoca del ministro Moratti), impallinata dalle forze politiche, economiche e sociali ed invece estremamenerte seria. 

Senza entare qui nel merito della visione complessiva, va solo ricordato (ai fini della discussione attuale) che quella proposta riconduceva il percorso scolastico a tre cicli di quattro anni l’uno, per terminare la scuola a 18 anni (un anno in meno dell’attuale: risparmio pari a tutti i tagli sulla scuola delle successive finanzarie). In fondo come in tutti i paesi europei, salvo poi dover avviare un serio (e autofinanziato) sistema di istruzione tecnica superiore (Its) ancora oggi assente.

Ora la politica deve accettare la sfida e cercare la collaborazione seria di chi la scuola la conosce: le associazioni professionali che rappresentano i dirigenti e i docenti. Se il ministro (e con lui i politici più attenti) ama la scuola quanto l’università, la deve difendere contro chi non la conosce, contro chi la tratta a suon di percentuali, ed accettare il confronto con chi invece ne conosce i meccanismi ed i reali bisogni.

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
24/10/2012 - articolo Pellegatta (sergio bianchini)

FINALMENTE, era ora. E' così semplice. Ed oltre al curricolo totale c'è il curricolo annuale da accorciare. Penose le parole del veterosinistrismo e cioè che c'è "il pericolo" di mettere fine al precariato. Saluti e coraggio.