BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Nell'Emilia del terremoto si fa lezione in tenda. E l'inverno sta arrivando...

Pubblicazione:

Fuori da un tendone, in attesa di cominciare (Foto Rossella Garuti)  Fuori da un tendone, in attesa di cominciare (Foto Rossella Garuti)

Ci è sembrato un segnale importante di normalità per i ragazzi, per le famiglie, per noi stessi. Inoltre l’Usr Emila-Romagna con una nota del 14 settembre ha previsto un aumento dell’organico per le scuole terremotate che ne hanno fatto richiesta. I tempi però stringono, per esempio nel mio istituto abbiamo richiesto due collaboratori scolastici almeno fino all’arrivo dei prefabbricati per poter garantire una sorveglianza adeguata nella nostra “scuola diffusa” (banalmente, la primaria è dislocata in quattro punti diversi e i bidelli sono tre). La settimana scorsa abbiamo saputo che ci è stato concesso quanto richiesto. Meno male.

Nei comuni vicini le cose si sono sistemate in questi giorni: a Concordia s/Secchia hanno fatto lezione con i doppi turni (primaria e media) presso delle tensostrutture dislocate in una frazione vicina e sono entrati negli Est il 15 ottobre, come anche i ragazzi della scuola media di Soliera che dall’inizio delle lezioni hanno fatto i doppi, turni mentre per i bambini della primaria il Comune stesso ha organizzato centri estivi gratuiti; a Cavezzo, uno dei paesi simbolo di questo terremoto, si fa ancora lezione in tensostrutture e palestre. In forte ritardo sono quindi le scuole di Novi e Rovereto s/Secchia, qualche istituto superiore di Mirandola, e Poggiorenatico nel ferrarese.

Nei giorni immediatamente successivi al terremoto l’unico modo che abbiamo avuto per guardare in avanti e pensare a come accogliere i nostri alunni a settembre è stato di immaginare una scuola più bella e più accogliente di quella che era crollata. E in questo caso cosa fanno gli insegnanti? Fanno progetti. Il nostro, che abbiamo chiamato “ Se non sai non sei” è stato messo sul sito della scuola (http://digilander.libero.it/icnovim) il 22 giugno e su questo ci siamo impegnati verso tutti coloro che ci hanno aiutato con manifestazioni di solidarietà in questi mesi e sono stati veramente tanti, molto di più di quello che ci aspettavamo. Tutte le donazioni sono pubbliche e dedicate: ogni mese aggiorniamo la tabella delle donazioni e diciamo esattamente come abbiamo intenzione di usare il denaro che ci è stato donato. Tutti gli insegnanti hanno fatto la formazione per i nuovi progetti e hanno voglia e necessità di ricominciare con uno sguardo e uno spirito nuovo, anche quelli che fino all’anno scorso sembravano non poterne più di scuola. Avremo le Lim (lavagne interattive multimediali) in ogni classe, interamente pagate con le donazioni di privati, abbiamo progettato attività pomeridiane per i bambini della primaria e i ragazzi della media, ampliando l’offerta formativa (musica e inglese soprattutto), consapevoli che molti spazi di attività pomeridiane sono scomparsi poiché la scuola di musica comunale, i centri sportivi e  la biblioteca non saranno agibili per molto tempo. Inoltre abbiamo organizzato attività e incontri di sostegno psicologico per docenti e genitori, consapevoli che il disagio vero, quello profondo, comincia adesso e nessuno di noi è attrezzato per affrontarlo. Per fare tutto questo almeno un tetto, prefabbricato o meno, sulla testa è necessario.

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
24/10/2012 - Ahi serva Italia...Usque tandem... (Carlo Cerofolini)

E' veramente molto grave e dolorosa la situazione che ci viene rappresentata (tutta la mia solidarietà) e certamente non è degna di un Paese fondatore Ue e facente parte del G8. Un Paese, l'Italia, in cui, purtroppo, si può tagliare e togliere tutto meno il superfluo. A questo punto mi viene in mente l'invettiva del sommo Dante: "Ahi serva Italia di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta, non donna di provincia ma bordello" che mi pare quanto mai calzante per i nostri tempi non certamente felici. Usque tandem.....