BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Centemero (Pdl): si possono spalmare i tagli senza toccare i prof

Pubblicazione:

Angelino Alfano, segretario del Pdl (InfoPhoto)  Angelino Alfano, segretario del Pdl (InfoPhoto)

Gli interventi del ministro Gelmini avevano l’obiettivo di riqualificare in modo serio la spesa del ministero, rispondendo agli obiettivi di risparmio pubblico. I tagli previsti dalla spending review non possono però pesare ancora solo sulla scuola, devono essere "spalmati", passatemi il termine, anche sui capitoli di spesa dedicati all’Università e sulla Ricerca, in modo equo.

Poi, dato che la spesa maggiore del nostro ministero riguarda il personale − e non mi riferisco solo a quello della scuola in senso stretto − penso che il Ministero stesso debba indicarci, a partire da una pianta organica definita e conosciuta, quali risparmi derivino dall’applicazione della spending review sul personale amministrativo. Penso in particolare al taglio del 20% della fascia dirigenziale e del 10% di quella del personale.

Ci sono poi due altri aspetti che meritano la nostra attenzione. Il primo riguarda la riorganizzazione a livello territoriale e regionale del Miur, in parallelo alla riorganizzazione degli enti locali e ai trasferimenti di funzioni. Non è infatti escluso che da questo derivi un risparmio di risorse sulle spese di funzionamento delle sedi. Il secondo attiene le sedi centrali del ministero dell’Istruzione (in Viale Trastevere) e dell’Università e della Ricerca (all’Eur): quanto si potrebbe risparmiare accorpandole?

Solo dopo questa opera di razionalizzazione e di conseguente riduzione delle spese, si potrà passare ad un più sereno, completo e organico ripensamento del ruolo e dei compiti del docente, attraverso un costruttivo confronto tra tutte le parti in causa, dalle forze politiche alle rappresentanze sindacali. 

Un confronto che porti finalmente al giusto riconoscimento sociale ed economico delle specificità della professione e alla formulazione di un nuovo contratto di lavoro. 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.