BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Matematica, quei "disturbi" di calcolo che mettono in discussione i prof

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Un ultimo punto: come rendere stabile l’apprendimento? È inevitabile la fatica dello studio, che non va più di moda chiedere agli studenti. Ma come studiare è un’arte che si impara, solo se l’insegnante la insegna. Ecco allora le sintesi schematiche richieste a ciascun allievo e riviste dall’insegnante, oppure fatte insieme agli studenti più fragili o nate dalla collaborazione della classe, orientata dall’insegnante. Ecco l’abitudine a giustificare a parole le scelte fatte, la rappresentazione grafica di tutto quello che è possibile rappresentare, la ricerca di esempi di applicazione dei concetti matematici a vari campi dell’esperienza quotidiana e del sapere, l’attenzione al linguaggio specifico nel suo rapporto con il linguaggio comune. 

Gli insegnanti di matematica hanno in mano buoni strumenti per una didattica efficace, purché riprendano in mano il cuore della disciplina. Così sono certa che possa accadere anche per tutti gli altri insegnamenti.

 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.