BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Non più "quiz": l'Invalsi cambia strategia e apre al pubblico

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Inoltre, viene segnalato il fatto che i dati raccolti costituiscono una ricchissima banca-dati che attende solo di essere utilizzata dagli studiosi: le università potrebbero contribuire con ricerche mirate, garantite dal punto di vista metodologico, in cui studenti o dottorandi mettano a frutto gli strumenti di indagine in vista di applicazioni importanti per la società civile.

Il pomeriggio del 21, primo appuntamento, quattro relatori (Mario Ambel del Cidi, Anna Rosa Guerriero del Giscel, Francesco Bruni dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e Lerida Cisotto dell’Università di Padova) hanno proposto osservazioni sulle relazioni della mattina o sulle prove in quanto tali. Mentre tutta l’operazione dal punto di vista metodologico non sembra suscitare più le perplessità dei primi anni, criticità sono state segnalate in relazione alla possibilità di usare prove di questo genere a fini di rendicontazione delle scuole, oppure sul rischio, molto sentito nella scuola italiana, di un impoverimento nella “interpretazione” dei testi soprattutto letterari, o dell’influsso dei contesti socioculturali di provenienza degli studenti sulla loro “enciclopedia”. Sono pervenute anche domande dal pubblico collegato on line e trasmesse via mail.

 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.