BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Nigi (Snals): tra i "premi" e l'anzianità scegliamo la seconda

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

InfoPhoto  InfoPhoto

La piattaforma dello Snals-Confsal per il rilancio della scuola pubblica italiana e per il riconoscimento della funzione istituzionale dei docenti è molto articolata, condivisa da chi opera ogni giorno nella scuola in contesti sempre più difficili e con famiglie che delegano compiti che appartengono ad esse e all’intera società.

Occorre, dunque, una nuova politica dell’istruzione per la nostra nazione, ridando dignità sociale ai docenti, riconoscendo le mansioni indispensabili del personale Ata per il sicuro e affidabile funzionamento delle scuole, puntando sulla serietà della scuola e sull’impegno e sul merito degli studenti. Occorre, per questo che l’intero Paese decida di dedicare risorse alla scuola, quale settore strategico di investimento per il futuro. 

Oggi, però, siamo responsabilmente impegnati in primo luogo a ottenere, con lo sciopero di tutta la scuola, il mantenimento di un impegno. 

Un impegno preso sia dal Governo precedente che da quello attuale, sul riconoscimento delle anzianità, le cui risorse sono peraltro frutto di sacrifici pesantissimi sopportati dai docenti e dal personale Ata. Prima con i tagli agli organici e con la riorganizzazione della rete scolastica, che hanno aggravato le loro condizioni di lavoro, e ora con l’astensione dal lavoro nel giorno 24 novembre.

Su tutte le altre questioni siamo pronti a discutere e a trattare in occasione della definizione del prossimo Contratto collettivo, sede naturale per rideterminare impegni richiesti al personale, diritti da riconoscere e valorizzazioni economiche.

Attendiamo, con la forza della nostra mobilitazione e dell’adesione della scuola, il nuovo Governo che dovrà avere il coraggio di superare il blocco dei contratti e misurarsi con nuove sfide e nuove proposte.  

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.