BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Quel "Regolamento" da rottamare per salvare l'istruzione degli adulti

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

4. Parlare di “organico funzionale” in questo modo significa ovviamente porre il problema di chi lo propone e di chi ne è responsabile, cioè significa parlare di governance. Io penso che questa responsabilità non possa non toccare al Dirigente, con il supporto di una commissione composta da docenti con specifici requisiti di esperienza nei corsi per adulti e con il concorso del Comitato tecnico scientifico. Potrebbe costituire un importante anticipo di quel che domani dovrebbe avvenire anche nelle scuole normali.

5. Questo stesso organismo potrebbe un domani anche avere il compito di assumere, sulla base di un pubblico concorso, il personale disponibile ad accettare le nuove regole dell’istruzione degli adulti. Ovviamente anche la scelta del dirigente delle scuole con Ctp o corsi serali dovrebbe avvenire all’interno di coloro che ne abbiano fatto esplicita richiesta.

È una proposta velleitaria ? Credo non meno di quella che, creando un legame inscindibile tra specificità dell’istruzione degli adulti  e creazione di autonomie specializzate, viene a creare una situazione di perenne precarietà che pagano  prima di tutto gli utenti. Questo non vuol dire che il piano regionale di dimensionamento dell’offerta formativa non debba considerare attentamente i casi in cui è possibile senza particolari problemi accorpare le sezioni serali di più istituti: nelle grandi città questo è sicuramente possibile da subito e certamente ciò favorirebbe lo sviluppo di una dirigenza esperta. Ma il rilancio dell’istruzione degli adulti, e dell’Eda più in generale, non passa a mio avviso prioritariamente da qui, bensì dalla volontà di tutti i soggetti, Amministrazione e sindacati in primo luogo, di assicurare un ordinamento didattico davvero diverso da quello della scuola del mattino, che peraltro si potrà avvalere – come spesso è accaduto in passato – delle più felici esperienze innovative della scuola degli adulti.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
17/02/2012 - il cattivo giorno si vede dal mattino (Claudio Cereda)

Grazie Aldo; adesso siamo in due. Mi aspettavo che ci fosse almeno qualcosa di nuovo nella circolare delle iscrizioni. Il termine è fissato al 31 maggio e poi si aggiunge: "Resta inteso, comunque, che, attraverso l’adozione di formale, motivato provvedimento per ogni studente accolto, è consentito accettare iscrizioni anche dopo la data del 31 maggio 2012 e, ordinariamente, non oltre l’inizio delle lezioni per l’anno scolastico 2012-2013". Nulla su Sirio, nulla sulla formazione delle future terze, nulla sull'organico e in più un provvedimento per ogni studente accolto e senza ricadute sull'organico. Il governo dei tecnici intende occuparsene o il riferimento rimane la burocrazia ministeriale?