BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Parte il Tfa. Magni (Clds): ora il reclutamento

Pubblicazione:

Francesco Profumo (Foto Imagoeconomica)  Francesco Profumo (Foto Imagoeconomica)

Un primo passo è stato fatto. Ne restano altri e urgenti. Se non vogliamo affossare il Paese dobbiamo rilanciare la professione insegnante - andava in questo senso l’invito del commissario europeo Olli Rehn dello scorso 26 ottobre. Prima di immaginare nuovi “concorsoni” bisogna approntare, e rapidamente, un nuovo sistema di reclutamento che sia davvero meritocratico, che eviti i rovinosi automatismi del passato (con le famigerate “graduatorie”) e lasci più libertà alle singole scuole di attingere al bacino degli abilitati.

La professione insegnante è un fattore decisivo di sviluppo e di crescita e non può essere annoverata tra gli ammortizzatori sociali. I giovani che oggi intraprendono studi in vista dell’insegnamento sono normalmente assai motivati e ben consapevoli di dover affrontare notevoli sacrifici: ma spesso si ha l’impressione che si faccia di tutto per scoraggiarne l’impeto, mortificarne la passione. Se la scuola resta un fanalino di coda negli interessi del Governo non andremo molto lontano. L’apporto di giovani disponibili a spendersi nel compito di educare è vitale per un Paese: valorizzarlo è l’intelligenza di chi lo guida.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.