BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LICEO SPORTIVO/ Il ministro Profumo: dal 2013 la scuola per gli studenti atleti

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il ministro dell'istruzione, foto Infophoto  Il ministro dell'istruzione, foto Infophoto

E' già attivo poi un corso di alfabetizzazione motoria nella scuola primaria - non in tutte, però - grazie a un accordo con il Coni. Contribuisce infatti con 5 milioni di euro mentre il Muir a sua volta ne ha destinati 2,5.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
05/03/2012 - Le strane priorità del ministro Profumo (Franco Labella)

Del Liceo sportivo si sentiva la mancanza e l'assoluta necessità e, del resto, il tema ha avuto un posto centrale nel dibattito sulla riforma delle superiori per almeno due decenni. O no? Della centralità del Liceo sportivo se ne sono accorti, però, solo la Gelmini e Profumo. Certo che nel panorama di immobilismo assoluto sul riordino gelminiano brilla per intensità questa decisione di continuità perfino sospetta per la tempestività dell'annuncio. Popolo di poeti santi navigatori e ora anche di atleti. Ma se proprio bisogna seguire dei modelli posso suggerire al ministro che, per essere europei e seguire le indicazioni sulle competenze di cittadinanza e le raccomandazioni del Consiglio d'Europa, bisogna ripristinare lo studio delle materie giuridiche ed economiche? Per il basket, il calcio e tutto il resto, forse, si poteva pensare ad altro che ad istituire il Liceo sportivo. Non si era deciso di semplificare quando si sono tagliate con l'accetta tutte le sperimentazioni comprese le Brocca? Della serie predichiamo bene e razzoliamo malissimo tanto quasi nessuno ricorda le evoluzioni. Qualcuno, però, se le ricorda...