BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Se Foscolo condivide il senso della bellezza con gli studenti di Udine

Pubblicazione:

C. D. Friedrich, Viandante sul mare di nebbia (1818; particolare. Immagine d'archivio)  C. D. Friedrich, Viandante sul mare di nebbia (1818; particolare. Immagine d'archivio)

L’ammirazione per lo spettacolo della natura genera in lui stupore e riconoscenza; l’amore per la donna ridesta in lui l’incanto e la meraviglia, la speranza e l’ardore; egli, che è un vero uomo, ama  essere guardato con amore e passione, adora essere amato e prendendosi a cuore le sue esigenze umane, ricerca per tutta la sua vita l’amore, lo sguardo pieno di passione di una donna che gli voglia veramente bene.  Questi due sentimenti sono quelli che di più lo avvicinano all’intoccabile e desiderabile mistero della Bellezza e sono quelli che lo salvano dal cinismo della razionalità.

Conclusione. – Questo è ciò che noi vediamo in Ugo Foscolo. Questo è quello che maggiormente ci ha colpito leggendo i suoi testi. 

Foscolo vive una realtà negativa, l’infelicità lo assale quando non riesce a dare risposta alle sue molteplici domande. Ma sa che la realtà non è questa e va sempre alla ricerca di ciò che più lo avvicina alla felicità, decidendo di combattere, di lottare contro il mondo e contro le ingiustizie. NOI, DOPO AVER INCONTRATO LA SUA ESPERIENZA UMANA E POETICA, SIAMO DIVERSI PERCHÉ VOGLIAMO AVERE UN CUORE COME IL SUO, VOGLIAMO LA VITA E DESIDERIAMO GIORNI FELICI.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.