BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Gontero (Agesc): la chiamata diretta dei prof "premia" le famiglie

Pubblicazione:

Roberto Gontero, presidente di Agesc (immagine d'archivio)  Roberto Gontero, presidente di Agesc (immagine d'archivio)

Pensiamo a quanto i Paesi in via di sviluppo investono nel sistema scolastico. Mentre noi in Italia continuiamo ad assistere a un impoverimento delle risorse destinate all’istruzione, altrove si finanziano gli studenti perché possano andare all’estero a formarsi e tornare in patria portando nuovo capitale umano. Occorre poi «finanziare» la libertà di scelta. Le scuole paritarie fanno risparmiare allo Stato più di 6 miliardi l’anno, nel frattempo il fondo per le scuole paritarie viene diminuito di anno in anno...

Ultimamente si fa un gran parlare di valutazione dei docenti. L’Europa l’aveva chiesta a gran voce, da noi rimane oggetto di scontro politico. Che ne pensa?

Non entro nel merito di una valutazione tecnica delle singole proposte, limitandomi a ribadire un principio assolutamente generale. Occorre un sistema di valutazione che, nel rispetto della professionalità degli insegnanti, sia capace di valutare i processi di formazione scolastica, e al tempo stesso che metta i risultati a disposizione delle famiglie perché possano scegliere in modo più informato possibile l’educazione che vogliono per i loro figli.

Per concludere: che cosa chiedete?

Auspichiamo il compimento delle riforme avviate in tema di assunzione dei docenti e di governance; che venga alimentato il fondo per le scuole paritarie, e infine che si attui un buon sistema di detrazioni fiscali. Lo Stato avrebbe tutto da guadagnarci.

(Federico Ferraù)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.