BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Serianni: dialetto in classe? Deve andare "d’accordo" con l’inglese...

Pubblicazione:

Trieste (InfoPhoto)  Trieste (InfoPhoto)

Nasce in una zona in cui l’idioma locale ha avuto un riconoscimento di lingua minoritaria in seguito ad una legge ispirata dall’ex ministro all’Istruzione Tullio De Mauro nel 20101. Questa legge ha stabilito che ci sono degli idiomi, nel nostro paese, che hanno uno statuto di lingua e non di dialetto come il tedesco in Alto Adige, l’albanese delle colonie nell’Italia meridionale, il sardo e anche il friulano. Questo ha rafforzato il senso autonomistico della comunità, già comunque molto spiccato. So che hanno fatto investimenti consistenti per arrivare ad un’omologazione dei vari dialetti friulani esistenti che ha portato ad un, diciamo, “friulano tipo”.

Gli studenti stranieri non si sentiranno psicologicamente ancor più in minoranza?

Questo accadrebbe se tutte le lezioni venissero impartite in dialetto. Trattandosi di ore facoltative non dovrebbe accadere. Ricordo, però, che in quell’età i bambini imparano in fretta gli uni dagli altri: non sarebbero comunque ghettizzati.

(Federica Ghizzardi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.