BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EDUCAZIONE/ Cameron, le buone maniere non bastano...

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il premier britannico David Cameron (InfoPhoto)  Il premier britannico David Cameron (InfoPhoto)

E’ un giudizio fondato. Uno dei problemi della famiglia contemporanea è l’iperprotettività. Si ha quasi paura che il proprio figlio si possa sbucciare il ginocchio, dimenticando che senza la caduta il bimbo non impara a camminare. Preservare da qualunque forma di sofferenza o sacrificio significa evitare il tirocinio del faticoso mestiere di diventare adulti: bisognerebbe sorreggere e lasciare andare, o ancora, accompagnare e ritrarsi. Ecco, un’altra ambivalenza difficile da far digerire alle mamme e ai papà moderni. Oggi, però, è difficile per un figlio compiere delle scelte: non è disorientante il mondo odierno per un ragazzo? La complessità sociale è notevole, però credo che il punto sia sempre stabilire quali sono i criteri esistenziali e di orientamento che i genitori vivono per sé. Se, questi ultimi hanno dei riferimenti potranno, con discrezione, non rinunciare a proporli: si badi bene, non un’imposizione ma una proposta. Tutto questo fa parte del complesso compito del genitore che deve saper indicare per cosa vale la pena vivere e comportarsi in un certo modo. 

Spesso, i familiari non conoscono i propri figli. Mi riferisco, ad esempio, a certe famiglie che si stupiscono che i propri ragazzi vengano coinvolti in manifestazioni o fatti di cronaca violenti.

Questo è un fatto crescente e mi pare che ci sia una sorta di autismo fra le generazioni e la loro difficoltà a comunicare: seppure oggi il gap fra, da una parte, padri e madri e dall’altra i figli, si sia assottigliato rispetto al passato, quando il salto anche solo di una generazione era più evidente. Eppure, non molto tempo fa, fra i componenti di un nucleo familiare, che spesso comprendeva anche i nonni, che vivevano nella stessa casa con i nipoti, c’era una specie di flusso di umanità e una diversa capacità di far tesoro delle esperienze altrui. Ai giorni nostri, purtroppo, viviamo una frantumazione dei rapporti che rende difficile tutto questo. 

(Federica Ghizzardi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.