BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Aprea: chiamata diretta dei prof, si parte l’anno prossimo

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato oggi l’articolo 8 sulla scuola contenuto nel progetto di legge “Misure per la crescita, lo sviluppo e l’occupazione”. Il testo prevede il reclutamento diretto degli insegnanti con contratto di un anno negli istituti statali. Grazie a un emendamento che porta la firma del consigliere del Pdl, Mario Sala, sono stati recepitir alcuni suggerimenti del Pd, mentre l’Idv si è opposta con toni molto accesi, facendo ostruzionismo e opponendosi in tutti i modi all’approvazione dell’articolo 8. Come sottolinea l’assessore regionale all’Istruzione, Valentina Aprea, l’obiettivo della riforma è “rafforzare le autonomie scolastiche anche sul piano della responsabilità della scelta dei docenti. Nello stesso tempo, punta a ridurre il rischio di mancanza di continuità didattica legato alla percentuale di supplenti annuali”.

 

Che cosa cambierà da domani per la scuola in Lombardia, con l’entrata in vigore dell’autonomia scolastica?

 

Cambierà una prospettiva, perché i tempi di attuazione sono vincolati a un accordo che la Regione stipulerà con lo Stato. La prospettiva sarà quella di rafforzare le autonomie scolastiche anche sul piano della responsabilità della scelta dei docenti comunque aventi diritto. Si ridurrà inoltre il rischio di mancanza di continuità didattica legato alla percentuale di supplenti annuali, che in alcune scuole arriva al 15-20%. Le scuole avranno la possibilità di investire anche su questo personale, assegnato sempre su base annuale, e che sarà riconfermabile nel caso in cui si dovesse verificare una corrispondenza tra le aspettative dell’istituto e le reali competenze dei docenti.

 

Per quale motivo l’articolo 8 del “Cresci Lombardia” ha scatenato una battaglia così accesa da parte di alcuni settori della società civile?

 

Il problema è sempre lo stesso. Esiste una parte del Paese che pensa che un’omologazione delle procedure e un’assegnazione burocratica dei docenti possa essere più efficace per le scuole e per gli studenti rispetto a una scelta consapevole da parte delle stesse istituzioni scolastiche, che passi attraverso una valutazione delle competenze professionali dei docenti.

 

Quindi?



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
05/04/2012 - TITOLI FASULLI PER LETTORI DISTRATTI? (Vincenzo Pascuzzi)

Entrambe le interviste a Valentina Aprea, questa di Pietro Vernizzi datata 4 aprile 2012 e quella precedente di Federico Ferraù del 7 marzo 2012, risultano titolate in modo improprio, errato, fasullo. Nel testo dell’intervista non si riscontra concretamente quanto titolato. Mi domando: di proposito o per errore? forse per ingannare o illudere i lettori?

 
05/04/2012 - tutti gli insegnanti assunti dalle scuole (paolo franco comensoli)

Spero che l'assunzione diretta degli insegnanti da parte delle scuole diventi prassi generalizzata e non solo sperimentazione e spero anche che possa in futuro riguardare tutte le categorie di insegnanti. Valentina Aprea fa bene a tener fermo il principio che l'autonomia sostanziale delle scuole migliora la qualità degli insegnamenti e degli apprendimenti.