BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Dialetto in classe, Serianni: solo in certi casi. Sabatini: non si possono "insegnare"

Pubblicazione:

foto Infophoto  foto Infophoto

Cosa intende con questa distinzione? “L'insegnante di lingua deve avere una competenza riflessa di tale linguaggio: non basta, in pratica, parlare una lingua per essere in grado di trasmetterla tecnicamente a qualcun altro. Occorre uno studio rigoroso nonché scientifico e didattico, e mi risulta che i nostri laureati sanno davvero poco di dialettologia. Sono idiomi vivaci, interessanti da studiare scientificamente ma insegnarlo è tutt'altra cosa. Purtroppo, si fa molta confusione fra il valore degli idiomi locali, linguaggi espressivi di pratica utilità in alcuni ambienti ristretti e preziosi per alcuni documenti storici e, dall'altra parte, i processi educativi e di istruzione formalizzata, in questo caso di alunni giovanissimi. Gli idiomi locali si possono apprendere abbastanza facilmente in maniera spontanea da chi li usa correntemente e per funzioni reali. Diverso è il discorso per le operazioni di insegnamento che richiedono tutt'altra impostazione e che, a volte, rischiano di creare equivoci”.

In che senso? “L'insegnamento delle lingue - continua Sabatini - e quindi anche di idiomi locali si può attuare quando di questi ultimi esiste uno standard facilmente riconoscibile, una tradizione scritta non solo poetica o letteraria ma estesa ad ambiti tecnici, scientifici e giuridici”. Sabatini auspica, poi, che l'insegnamento non tolga spazio ad altre discipline: “sarebbe veramente un male ma anche un torto fatto ai ragazzi, soprattutto in questo periodo di difficoltà finanziarie”.

Tutto negativo, dunque? “Resta sempre la possibilità di rendere una lingua piacevole, familiare e quindi conosciuta nella sua varietà locale: non dimentichiamo che i dialetti cambiano anche a distanze cortissime, persino di pochi chilometri attraverso conversazioni, letture di novelle, canti o proverbi per dare ai linguaggi locali l'importanza che si meritano. L'insegnamento formalizzato, per me ma immagino per la maggior parte dei linguisti, è quasi impossibile e molto improduttivo”.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.