BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Ugolini: senza il "mondo di fuori" la scuola muore

Pubblicazione:

Il mondo delle professioni entri nella scuola (InfoPhoto)  Il mondo delle professioni entri nella scuola (InfoPhoto)

Certo, e nel momento attuale sembra che la crisi stia costringendo a riconsiderare le cose. Non vedo più quell’ostilità a cui abbiamo assistito in passato, quando si ponevano in conflitto il mondo della scuola e quello del lavoro. Credo invece che il clima di oggi sia cambiato e che si inizi a interrogarsi sulla possibilità di far diventare nuovamente le scuole luoghi formativi, anche sfruttando tutte le potenzialità del lavoro. Ecco perché bisognerà puntare sui poli tecnici e professionali come “luoghi formativi di apprendimento in situazione”, fondati su accordi di rete per la condivisione di laboratori pubblici e privati già funzionanti; configurando anche sedi dedicate all’apprendimento in contesti applicativi, così da utilizzare pienamente le risorse professionali già esistenti. Occorrerà, perciò, sviluppare all’interno dei poli l’orientamento alla formazione tecnica e professionale realizzando anche esperienze di “bottega a scuola” e “scuola impresa”. Questa nuova modalità di apprendere fa dialogare la scuola con l’impresa, considerando le figure che provengono dalle più diverse realtà lavorative, non solo come testimoni del loro personale successo, ma come maestri dai quali imparare.

(Claudio Perlini)

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.