BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MATURITA' 2012/ Esami di Stato, Geometri: tutti i "segreti" dello scritto di topografia

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Non avete finito: mancano le sezioni! Dove calcolarle? All’inizio e alla fine del tracciato stradale (sempre!) ma anche nelle intersezioni tra tracciato e curve di livello ed all’inizio e alla fine di ogni curva. Se il testo non lo chiede non esagerate! Fatene almeno il 50%. Se il progetto presenta un notevole dislivello, è adesso cioè nelle sezioni che lo evidenzierete, e se dovesse occorrere rappresentate schematicamente opere contro terra (muri di sostegno). Ricordatevi sempre di usare due colori o campiture diverse  per disegnare sterro e riporto.

Calcolo dei volumi − Ricordatevi i paleggi trasversali e il profilo di Brückner. A cosa serve il calcolo dei paleggi trasversali? Per compensare la fase di sterro con quella di riporto, cioè limitare i movimenti terra in senso longitudinale. Se arrivate a questa fase siete a buon punto. Anche qui fate bene il grafico distinguendo con colori diversi (gli stessi usati precedentemente) sterro e riporto in scala opportuna. 

Difficile trovare un progetto stradale che non abbia bisogno di movimento terra, quindi integreremo il compenso dei paleggi già definito nel diagramma di Brückner. Anche qui la figura è importante: attenzione alla scala orizzontale, di solito 1:2000, e a quella verticale con la quale rappresenterete i volumi, solitamente 1 cm rappresenta dai 2 ai 5 mc.

Relazione − Anche se il tema non dovesse richiederla è buona cosa integrare il progetto con una relazione: siete dei tecnici! Simulate luoghi, committenza, problemi tecnici, descrivete l’opera da eseguire come se doveste far fronte a un problema reale. Non è importante il panorama che si vede dalla strada, ma come la strada che state per realizzare si inserisce in un ambiente fisico ben preciso, rispetta le norme vigenti, comprese quelle sulla sicurezza. Durante la correzione molti compiti si distinguono anche per questo e acquistano qualche punto in più.

Ancora sui temi: non è detto che non possa uscire un tema misto, basta dare un’occhiata a quelli degli anni precedenti. 

Ricordate che alla prova orale vi verrà chiesto di evidenziare e correggere eventuali errori del compito, per cui è importante rivederlo e verificarne la correttezza per giustificare le scelte che avete fatto (troverete le soluzioni sulla stampa o in rete). 

Il compito di Topografia, come ben sapete, richiede capacità di calcolo, capacità grafica, competenze tecniche e normative... un bagaglio di conoscenze che avete acquisito in cinque anni di scuola grazie ai vostri insegnanti. Tutto questo non sarà sufficiente se ora non sarete voi i protagonisti. Avete scelto una scuola per diventare Geometri, cioè professionisti: è arrivato il momento di cominciare ad esserlo. Sarà una bella avventura.

(Roberto Tassi e Mariapaola Puggioni, Istituto tecnico commerciale e per geometri “G.B. Carducci - G. Galilei”, Fermo)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.