BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Prova Invalsi, anche un biglietto ferroviario può educare alla ragione

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Se è vero – come osserva nella prima parte della sua Grammatica discorsiva Daniela Notarbartolo – “che la colpa è probabilmente del modello grammaticale e del metodo didattico”, va detto altresì che è molto più comodo per noi docenti “accusare” l’eccessiva difficoltà dei quesiti di grammatica Invalsi che decidere di cambiare direzione riprendendo ad insegnare più sistematicamente la grammatica per troppi anni ignorata. Si tratta di una vera e propria svolta che dobbiamo avere il coraggio di compiere superando gli standard tradizionali cristallizzati in strutture che, se non superate, non raggiungono più l’obiettivo. “È necessario essere convinti − scrive ancora Notarbartolo − che questa trasformazione è richiesta dai fatti, e non solo dalla astratta preoccupazione per il modello teorico”.

L’Invalsi andrebbe quindi somministrata prima di tutto al corpo docente: è proprio analizzando i quesiti invalsi che si è costretti a prendere consapevolezza di quanti fronti andrebbero aperti per alimentare quel lavoro di corretto uso della ragione a cui più sopra facevo riferimento e che costituisce il punto trasversalmente nevralgico di ogni percorso educativo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
21/06/2012 - Anche un biglietto FS può suscitare perplessità (Concetta Carella)

Lo so che sembra incredibile ma anche un biglietto ferroviario può mandare in crisi uno studente. Specie se vive in un posto dove la ferrovia non esiste... Qui, in provincia di Potenza, dove i ragazzi non prendono mai treni, non perché non vogliano, ma perché non possono, e per spostarsi al massimo usano autobus, quel biglietto qualche problema l'ha creato. Credo che siano molte, le zone dell'entroterra italico, non servite dal servizio ferroviario. Soprattutto al Sud. Chi elabora i test Invalsi consideri i destinatari e le diversità derivanti, purtroppo, dalle disomogeneità geografiche.