BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Aristotele promuove gli studenti e "boccia" il Miur

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Una considerazione finale. La prova ministeriale, che lo si voglia o no, fornisce uno standard. È interessante leggere di seguito i titoli ed i testi proposti associandoli agli anni in cui sono state assegnate le prove. Si scoprono così dati rilevanti: per esempio quale contenuto interessava di più in un determinato momento a livello di contenuto, oppure il livello di difficoltà. Per stare solo a questo dato i testi proposti negli anni 60 sono decisamente più semplici di quelli di questi ultimi anni. La severità dei vecchi tempi è più un mito che una realtà.

Per tornare alla prova 2012 la levata di scudi generale, l’unanime critica ha in un certo senso risvegliato e reso manifesta la consapevolezza dei docenti sulla tipologia della seconda prova e sulla disciplina. Più fortunati degli altri sono stati per esempio quegli studenti delle sperimentazioni ancora in atto che hanno avuto la possibilità di integrare la valutazione della loro prova con un commento che potesse mettere in luce e a frutti il bagaglio culturale acquisito in cinque anni, anche a fronte di qualche imprecisione traduttiva. Insomma imparare greco non è e non deve essere un traguardo inaccessibile, talmente alto che è riservato a pochi eletti. Esiste una moltitudine di testi accessibili, interessanti e non necessariamente astrusi con cui è possibile dimostrare ciò su cui si è lavorato per cinque anni. Frequentare il liceo classico è ancora possibile, oggi, e vale la pena in vista del domani. Le critiche a questa prova in fondo mettono in luce questo: è sensato porre, e in questo modo, a conclusione del ciclo liceale un traguardo come questo? 

 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
24/06/2012 - Altra bocciatura per il Miur (sebastiano tropea)

Voglio segnalare, sperando che vogliate dargli visibilità, la lettera che ho inviato all'urp del ministero e al Ministro Profumo che riporto di seguito: "Con la presente il sottoscritto Prof Tropea, docente di Informatica e Sistemi da 25 anni ed attualmente in ruolo presso l'ITI "G.Marconi" di Catania, responsabile ABACUS presso gli istituti in cui ha prestato servizio, sin dalla creazione della sperimentazione Assistita, istruttore AICA ECDL e IT ADMINISTRATOR e CISCO CCNA 1, 2, 3 e 4 , intende protestare per la traccia della seconda prova di informatica proposta all'indirizzo ABACUS nell'esame di stato per l'anno in corso (2011-2012). I colleghi che propongono al ministero le tracce (lo stesso era successo 2 anni or sono) non hanno la minima idea delle finalità del progetto ABACUS [per le quali i nostri alunni devono raggiungere capacità progettuali di semplici sistemi in rete e non del sistema informativo della protezione civile (esame del 2010) ne' come quest'anno di sistemi wireless a medio/ampio raggio], ne' di ciò che nei libri attuali viene insegnato nella materia sistemi e in quella di Elettronica. Questo modo di fare mette in grave difficoltà gli allievi e i colleghi interni ed esterni e costringe i professori a snaturare la prova effettuando una correzione che non tiene in nessun conto la traccia proposta. La soluzione che voi avete riportata dei Colleghi Capezzuto e Garavaglia evidenzia come la traccia non lasci alcun spazio agli allievi e risulti vaga e fumosa.