BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UNIVERSITA'/ I prof devono davvero saper insegnare?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo (InfoPhoto)  Il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo (InfoPhoto)

E occorre farlo rifiutando la soluzione che prevede di esonerare i più bravi dal fastidio di doversi dedicare agli studenti e chiudendo la strada all’argomento per il quale si chiederebbe un maggiore impegno didattico solo per “coprire” i buchi aperti dal taglio delle risorse. Questi buchi esistono e il taglio è drammatico, ma quanti si sentono davvero di sottoscrivere la tesi affidata da tre professori di Bologna alle pagine del Manifesto e per la quale il meccanismo delle 100 ore obbligatorie costringerebbe i professori «a tenere corsi per i quali a volte sono scarsamente competenti»? Si tratta di circa 2 ore la settimana, alle quali ne vanno aggiunte più o meno altre 5 per adempiere gli obblighi di assistenza agli studenti previsti per i professori a tempo pieno. È arduo affermare che il tempo che rimane in una settimana e in un anno di normale lavoro non sia sufficiente per maturare un’adeguata competenza e per coltivare i più ambiziosi progetti di ricerca. Così come fa gran parte dei docenti delle università italiane, che proprio per questo avrebbe il diritto di veder riconosciuto che tutto ciò è semplicemente normale e dunque può tranquillamente valere per tutti. 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.