BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Il caos-presidi è più colpa dei tagli o della finta autonomia?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Per rispondere occorre dice che c'è un ulteriore variabile aperta. Riguarda la prospettiva delle cosiddette reti di scuole: mi riferisco ad un assetto che dovrebbe garantire la gestione di alcuni servizi comuni alle istituzioni scolastiche autonome, spostando il baricentro della gestione non sulla singola scuola, bensì sulla rete. Tutto ciò non è stato ancora sviluppato, lasciando ad una collaborazione estemporanea e spontanea fra istituti, nonostante il Decreto legge, convertito proprio quest'anno, avesse previsto delle linee guida su cui fondare il principio delle reti. Tutto ciò ha permesso che venisse lasciato in piedi il vecchio sistema ministeriale, burocratico e gerarchico alla base della scuola italiana. E vengo alla sua domanda. Quali sarebbero i vantaggi per il personale? E' chiaro che anche la dirigenza scolastica dovrebbe essere calibrata tenendo conto di questa prospettiva. Diminuirebbero notevolmente le misure tampone e non sarebbe più tanto oneroso per un preside avere anche il ruolo di reggente in un altro istituto, se entrambe le scuole risultassero collegate da un rete comune. Lo stesso discorso potrebbe valere anche per i docenti. 

 

Un problema non trascurabile è costituito dal concorso indetto lo scorso anno.

 

Il concorso, che sta proseguendo a fatica, in modo differente da regione a regione, può essere spiegato con una certa forma di cautela nella copertura di tutte le posizioni, in attesa di avere una prospettiva chiara sul nodo della Lombardia. Purtroppo, non stiamo parlando di soluzioni fattibili nell'immediato. Quindi, immagino che per i primi mesi si registrerà confusione nell'organizzazione interna di molti istituti. 

 

Come giudica il sistema alla base dei concorsi?

 

E' un sistema arrivato al capolinea e andrebbe messa mano all'intero impianto organizzativo. Coerentemente con i principi fissati in Costituzione, che sanciscono l'autonomia scolastica, la scelta del dirigente scolastico dovrebbe essere fatta dagli istituti interessati nel principio di autonomia e di autogoverno.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.