BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Invalsi, come un dirigente scolastico "legge" i suoi dati

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

La comunicazione esterna dei risultati È un tema molto dibattuto e le posizioni tra gli addetti ai lavori molto diverse fra loro. Nel nostro caso abbiamo pensato che sicuramente era necessario un Collegio dei docenti dedicato ai risultati nel loro complesso e presentati dal referente per la valutazione su entrambi i livelli di lettura (sistema e didattico). Inoltre abbiamo ritenuto importante riportare le riflessioni sopra descritte al Consiglio di Istituto in particolare per quanto riguarda i risultati disaggregati per origine degli studenti, e questo ha aperto una discussione interessante fra le diverse componenti del Consiglio.

Infine ci è sembrato doveroso comunicare questo dato attraverso una relazione di restituzione a chi ci supporta finanziariamente nei progetti di alfabetizzazione e integrazione. La Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi finanzia circa il 60% del nostro budget dedicato a questi aspetti che ci consente di fare corsi di alfabetizzazione di I e II livello e di organizzare per gli studenti più grandi che arrivano in corso d’anno classi di accoglienza in modo da accompagnare l’ inserimento nelle classi. La stessa relazione è stata inviata all’assessore all’istruzione del nostro comune. Mi piace concludere osservando che se non avessimo avuto i dati della scuola queste analisi non sarebbero state possibili.

La rilevazione sul solo campione nazionale, come da alcune parti richiesto, è sicuramente utile a livello nazionale come fotografia del paese, ma nulla ci dice di specifico di ogni singola scuola e non fornisce nessun elemento di riflessione che possa portare a una cultura di autovalutazione che spetta alla singola scuola che può interpretare i risultati alla luce delle proprie specificità. Nel nostro caso non avremmo avuto elementi certi per rispondere alle preoccupazioni delle famiglie né elementi esterni per valutare l’impatto dei progetti caratteristici del nostro istituto.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.