BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Concorso per 12mila docenti. E’ il primo da 13 anni

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Una buona, anzi ottima, notizia per tutte quelle persone vocate all’insegnamento ma che anni di incertezze e deficit legislativi, saturazione del “mercato” e graduatorie varie stavano facendo man mano sfumare i propri sogni. Il 24 settembre, sarà pubblicato un bando di concorso per coprire circa 12 cattedre nelle scuole statali di ogni ordine e grado (è da 13 anni che non se ne facevano, dal 1999), 11.892  per l’esattezza. Con i decreti emanati ieri dal Consiglio dei ministri durato più di 9 ore e in cui si è parlato, in particolar modo, di crescita e di sviluppo, si è deciso, inoltre, di assumere 1.213 dirigenti scolastici, di trattenerne in servizio altri 134 e di assumere 21.112 unità di personale docente ed educativo. Contestualmente, i provvedimenti governativi dispongono l'assunzione di 60 docenti di I e II fascia per le Accademie e i Conservatori musicali. E’ stato dato, infine, l’ok ad un piano di assunzioni straordinario di professori associati all’università. Nel dettaglio, sarà erogata, nell’anno in corso, la seconda tranche di finanziamenti destinati alla chiamata di professori di II fascia.  L’importo consentirà di assumere un numero di professori compreso tra le 2.500 e le 3.000 unità. Il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dando l’annuncio, ha fatto sapere che, questa volta, le procedure del concorso relative ai 12mila docenti si svilupperanno secondo linee inedite e meccanismi innovativi volti a premiare effettivamente il merito e la capacità, favorendo l’accesso all’insegnamento di quei giovani che hanno le carte in regola per potere educare. Prevedibilmente, i candidati saranno numerosissimi. Ci sarà, quindi, una prima prova selettiva che si svolgerà a fine ottobre, che consisterà in una batteria di test uguale per tutte le classi di concorso. Successivamente, a gennaio, si svolgerà la prova scritta, volta a comprendere le capacità le competenze disciplinari dell’aspirante insegnante; così facendo sarò possibile procedere avendo a disposizione i margini  temporale per fare la prova orale - che comprenderà una simulazione di una lezione per verificare l’effettiva predisposizione all’insegnamento – e pubblicare così le graduatorie nei tempi utili necessarie all'immissione in ruolo per l'anno scolastico 2013/2014.



  PAG. SUCC. >