BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Invalsi, qual è il livello effettivo della scuola di Roma?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

E’ opportuno precisare che nelle indagini nazionali ed internazionali non è ovviamente possibile appurare il reddito e perciò gli indicatori utlizzati (titolo di studio, professione, possesso a casa di beni) sono “molto saturi culturalmente”.Così si capisce perché il Centro sia la macroarea meglio messa in Italia. Il Rapporto INVALSI affronta il problema in modo diverso, domandandosi quanto gli “effetti di composizione”(lo status economico – sociale) influiscano sugli apprendimenti.(fig 5.23 – 5.32 del Rapporto).

 

Prendendo in considerazione il 2° anno della superiore non stupisce che Calabria, Sardegna Sicilia,Campania, Basilicata e Puglia abbiano bassi risultati influenzati dall’ESCS. Ma Toscana, Umbria, Molise e soprattutto Lazio – non le Marche, che peraltro ottengono sempre i valori assoluti migliori -si collocano costantemente nel quadrante opposto, cioè in quello in cui stanno le regioni i cui valori assoluti non sono “depressi”(abbassati )da effetti di composizione. Perché l’ESCS è buono e perciò, se sono in situazione di mediocrità, debbono ringraziare essenzialmente la scuola. Una postilla. Per quanto riguarda il Lazio, sarebbe interessante riuscire a capire quale è il peso su questi risultati delle scuole di Roma.

 

Operazione impossibile da effettuarsi sul campione; sarebbe forse possibile definire le prestazioni a livello delle diverse province utilizzando il complesso dei dati, una volta certo che ad esso siano state applicate -come è stato preannunciato- le operazioni di pulizia di suggerimenti e copiature. L’interesse è evidente, visto il peso che gli orientamenti delle scuole di Roma riescono ad avere sui mezzi di comunicazione e pertanto sulla immagine della scuola italiana e non solo a proposito delle prove INVALSI. Quale è il livello effettivo della scuola della città che funge da capitale d’Italia? Ed i cui studenti ed insegnanti fungono da rappresentanti della scuola italiana tutta nelle televisioni, nei giornali e nella comune opinione del ceto politico ed amministrativo attraverso la veicolazione delle mogli professoresse?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.