BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Se un bambino di 5 anni mette in crisi l'Elefante conservatore

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

InfoPhoto  InfoPhoto

Personalmente, credo che la soluzione di Berlinguer fosse la migliore. Ma senza un processo molto spinto di personalizzazione e di flessibilizzazione del sistema, senza una carica di libertà e di autonomia delle scuole per sperimentare una nuova organizzazione della didattica delle competenze (riduzione di materie, aree disciplinari, laboratori) che spezzi il rigido assetto di materie, tempi e metodi e per attui nuove forme di reclutamento dei docenti per scuole e reti di scuole e di aggiornamento sul campo..., senza tutto questo non si andrà lontano.

Personalizzazione: in parole povere, uno a 12 anni è ancora bambino, un altro è già adolescente; uno “si perde” per un anno e poi riesplodere all’improvviso. Uno può uscire a 17 anni, un altro a 19. Dipende da quanto tempo gli serve per conquistare le competenze chiave, debitamente certificate nel suo portfolio formativo e certificativo. Questa libertà di assecondare i ritmi di apprendimento e di maturazione umana della libertà dei ragazzi non è possibile in un sistema accentrato burocraticamente, che avvolge il sistema educativo come un sudario.

E qui torniamo al punto: qual è la forza in grado di smuovere e di aprire delle brecce nel blocco storico conservatore del Paese? Ribadisco un’idea già espressa: solo sul campo della scuola militante si può aggregare un tale soggetto. La politica ha già dimostrato ampiamente in questi decenni di non essere in grado. Solo da quel campo può arrivare il combustibile per quelle minoranze riformiste e creative che sono presenti anche nella politica. Purchè la politica accetti umilmente di fermarsi a fare il pit-stop.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
19/09/2012 - Basta una cosa (Sergio Palazzi)

Sono troppo tranchant se dico che basterebbe una cosa: abolire il materiale di cui è costituito il letto di Procuste, cioè l'insieme di esame di stato e valore legale del titolo di studio?

RISPOSTA:

No, avanti così Palazzi! Però, il cuore del problema sono i tempi e metodi della didattica. Il passaggio dalla Scuola-Stato alla Scuola-mercato non garantisce affatto che finisca la noia dei ragazzi, se non si decida di passare dalla scuola-fordista alla scuola toyotista. GC