BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Caos presidi, nuove reggenze e nuove regole. Qual è il giusto "passo"?

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

L’opinione pubblica e le famiglie hanno sicuramente anche altri gravi problemi cui pensare, ma bisogna che si capisca come la posta in palio sia veramente molto alta.  Si pensi solo al riordino del secondo ciclo, giunto alla fase cruciale dell’inizio del triennio di specializzazione: chi può seriamente pensare a un dirigente che promuova Cts e dipartimenti, proponga opzioni, stimoli l’elaborazione di progetti di alternanza, di prove e modelli di certificazione, curi le tecnologie, i rapporti con le famiglie e quelli istituzionali... in condizioni che di fatto rendono emergenziale la gestione? Non bisogna poi dimenticare che, a parte Milano città, dal 1° settembre sono partiti innumerevoli nuovi Istituti, frutto dell’ultimo dimensionamento.

Con tutta la buona volontà, non sarebbe evitabile lo scivolamento verso una pratica rivolta alla pura garanzia del rispetto delle procedure. 

Senza neppure voler pensare, infine, alla beffa che potrebbe essere costituita da un provvedimento legislativo d’urgenza che, in attesa di un nuovo concorso, utilizzi le graduatorie di idonei di regioni dove il dimensionamento ha azzerato le disponibilità di sedi libere... ma almeno su questo tutti, ma proprio tutti, sembrano essere “mobilitati”. Speriamo.

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.