BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Formazione professionale, serve una nuova Riforma

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Che sia utile e importante lo si vede, paradossalmente, dalle reazioni che provoca. Esistono, rispetto a dieci anni fa, resistenze maggiori e un maggior disamore tra gli insegnanti. Reazioni tra gli studenti e in importanti parti delle forze politiche. Maggior debolezza politica e progettuale tra i soggetti dell’autonomia scolastica, siano essi istituti statali, scuole paritarie o enti di formazione professionale. Una incompleta capacità da parte del mondo delle aziende, e contemporaneamente una maggiore indisponibilità da parte della scuola-amministrazione, a far sì che il percorso educativo, formativo e di istruzione possa riguardare soggetti diversi dalla scuola: sistema duale significa che un ragazzo sceglie di proseguire gli studi sul lavoro e trova disponibilità in aziende che lo assumono (come troverebbe disponibilità all’iscrizione presso un Istituto), le quali a loro volta coltivano e ricevono riconoscimento del loro ruolo sociale e culturale, e non solo sgravi fiscali e incentivi economici.

Ha perfettamente ragione il sottosegretario Ugolini, a rammaricarsi del fatto che nel nostro Paese il dibattito pubblico sulla scuola non sia mai posto al livello delle questioni essenziali di tenuta (economica, e non solo) di un sistema, ma solo a quello della cronaca o della “novità” eclatante. I punti del lavoro culturale, che l’Accordo Italia-Germania solleva e implica, sono questi: tocca alla società civile ricominciare ad occuparsene.

 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.