BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESAME DI STATO 2013/ Chiosso: in un mondo senza prove, la maturità è un "rito" che ha ancora valore

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Non sono in grado di quantizzare le risorse necessarie per organizzare oggi l’esame di maturità, ma è una questione malposta. Tutto dipende da come di considera questo evento: se lo si giudica necessario –come per me lo è - lo si fa. Punto. Come in famiglia, quando le risorse scarseggiano e si indicano le priorità:si eliminano le spese superflue o quelle non indispensabili e si fanno anche sacrifici per quelle necessarie.

La percentuale di promossi, negli anni scorsi, ha sfiorato il 100%: se l’esame di maturità e una prova, non è certo selettiva…
Effettivamente, percentuali di promossi che si aggirano attorno al 96-97% non depongono a favore della selettività dell’esame. Per renderlo più serio bisognerebbe introdurre due elementi: una valutazione nazionale e il ritorno alle commissioni composte tutte da docenti esterni. Il che non sarebbe particolarmente onerose se ci limitasse al bacino cittadino o provinciale evitando le “migrazioni” sul territorio nazionale realizzate in passato. Ma è molto improbabile che ci sia la volontà di rendere più serio questo esame.

Un’ultima domanda: il suo giudizio sulle materie scelte per la seconda prova.
Nessuna sorpresa, nessuna fantasia.

 

(Daniela Romanello)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.