BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Uscire a 18 anni? Sì ma a 4 condizioni

Pubblicazione:

Scuola uguale per tutti? (Infophoto)  Scuola uguale per tutti? (Infophoto)

Basti pensare che le esigenze didattiche di una classe di scuola professionale sono diverse e maggiori di quelle di una prima liceo classico. In questo modo non si perderebbe nessuno, a condizione di esigere, però, una forte riqualificazione professionale degli insegnanti e dei dirigenti, verso le moderne sfide formative.

Questa sarebbe una vera battaglia sindacale di equità e sviluppo sociale, invece della pura ed astratta conservazione dei numeri esistenti. Preoccupa, nelle reazioni sindacali, una debolezza culturale e la carenza di una originalità organizzativa: mentre si chiede "il rafforzamento e l'innovazione dei cicli scolastici", si pretende di perseguirle con tutta la vecchia raccolta di ottocentesco armamentario concettuale (no alla scuola privata, finanziamento solo della scuola statale, difesa dei posti di lavoro invece che di quelli "di insegnamento", privilegio solo di quanto viene contrattato col sindacato, rigidezze occupazionali e di reclutamento).

Questo, anche nella scuola, non può più essere il momento della conservazione, ma delle cooperazione, pena l'inarrestabile declino.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
01/11/2013 - Dove vogliamo andare? (enrico maranzana)

“Non si tratta di ridurre l’istruzione ed educazione a training, ma di rilanciare la sfida della CONOSCENZA come capacità di affronto del reale”. L’oggetto del mandato affidato alle scuole è: promuovere le competenze. Un traguardo che i nuovi regolamenti di riordino del 2010 hanno affrontato, dilatando l’immagine delle discipline: i problemi che ne hanno scandito l’evoluzione e i relativi metodi risolutivi sono stati collocati a fondamento della didattica [laboratori]. Una sfida che la scuola non ha accettato rifiutandosi di intraprendere un percorso di “forte riqualificazione professionale degli insegnanti e dei dirigenti verso le moderne sfide formative”. Per approfondire si veda in rete “Le carenze dei consiglieri del ministro MC Carrozza”.