BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Si può fare religione senza voler "convincere" nessuno?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Chi è il leone nelle "Cronache di Narnia"? (Infophoto)  Chi è il leone nelle "Cronache di Narnia"? (Infophoto)

Il mistero della creazione, nel primo volume (Il nipote del mago), in cui Aslan, il leone, figura di Cristo, crea un nuovo mondo con la musica, il mistero escatologico della fine di un mondo, nell'ultimo volume (L'ultima battaglia)...

Ultimamente qui in Germania si è sottolineata l'importanza di C.S. Lewis come apologeta (Hans Steinacker, L'apostolo degli scettici); questa prospettiva ha certamente un suo senso, ma non era il motivo per cui presentavo C.S. Lewis ai bambini e ragazzi, che fondamentalmente non sono scettici; non volevo neppure convincere nessuno, cosa tipica dell'attività apologetica, che il cristianesimo è la verità, volevo far "vedere" un po' di quel fascino, che Lucy, la più piccola dei fratelli della storia, aveva provato vedendo Aslan. Volevo che facessero esperienza di una bellezza, che avrebbe forse, un giorno, anche portato alla verità del cristianesimo.

Su questo punto, sebbene abbia una grande stima anche per l'altro grande del genere fantasy, il già citato Tolkien, non sono d'accordo con lui che Narnia porrebbe in modo troppo esplicito il rapporto tra il cristianesimo e la mitologia.

Questo pericolo in primo luogo non c'è perché i ragazzi, anche in Baviera, non sapevano quasi nulla dei contenuti della fede cristiana, per cui nel presentarli non potevo avere un'intenzione apologetica, ma anche dal punto di vista per così dire "filologico" le cronache di Narnia hanno immagini così forti, come l'armadio, il veliero che viaggia verso la fine del mondo (Il viaggio del veliero), la scimmia dittatore dell'ultimo volume, che le verità cristiane nascono dalle immagini stesse e non sono solo il "fabula docet" di immagini usate per uno scopo apologetico.

La scena che forse mi ha colpito di più è quella in cui Lucy, nel volume in cui si parla del primo ritorno in Narnia (Il principe Caspian), riconosce Aslan, che indica un altro cammino, da quello che volevano fare i fratelli più grandi... lei si lascia convincere dagli argomenti dei grandi, ma nel suo cuore sapeva di aver visto, realmente visto Aslan. Anche nel Vangelo di San Giovanni la prima raccolta di discepoli (Gv 1,35 sg.) non avviene con delle argomentazioni, ma con un semplice: "vieni e vedi".

Così, per finire questa mia testimonianza, se le suore, come racconta Lorenzo Albacete votavano Kennedy, e i monsignori Nixon, i bambini nell'età e nel cuore di quasi tutto il mondo hanno votato in questi ultimi cinquanta anni e continuano a votare C.S. Lewis!



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.