BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Un prof: editori, uscite dal guscio e "alleatevi" con noi

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Lo ripeto, non ho nessun pregiudizio di fondo contro il mondo editoriale; anzi, sogno che esso riprenda quel ruolo coraggioso di proposta e innovazione che ebbe in certe epoche, quando si dava per scontato che se un libro era pubblicato da X lo si poteva acquistare a scatola chiusa. E, d'altronde, persino il fatto che gli autoproduttori si organizzino in reti strutturate mi dà un leggero disagio, perché esse potrebbero riprodurre quegli stessi meccanismi conformisti che rimproveriamo al mercato editoriale: persino Wikipedia mostra i limiti di qualche gruppo che "prende il controllo" su certi temi disciplinari. In altre occasioni, non avevo appoggiato l'idea che un qualche sinedrio di superspecialisti possa concedere un Bollino Blu a me e non a te: pure Santa Madre Chiesa ha da tempo limitato la logica del nihil obstat e dell'imprimatur ai pochi ambiti in cui sembra indispensabile.

Ma tutto ciò premesso, anche in questo campo è fondamentale che la scuola abbia un risveglio e un rilancio.

Lasciateci sbagliare da soli, cari editori: lasciate che germoglino i cento fiori dei tanti autori di buona volontà che scrivono solo per la passione del proprio lavoro. Sì, c'è tanta fuffa, ma voi stessi potreste riconoscere qualche fiore meritevole di entrare nelle vostre raffinate collezioni, molto più di quanto avvenga con gli attuali costosi prodotti di serra.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.