BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Come sceglierla? Cercate la bellezza

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

www.opendayinsieme.com  www.opendayinsieme.com

Luisa Leoni Bassani è neuropsichiatra infantile e fondatrice della cooperativa sociale "Il Pellicano", che gestisce a Bologna due scuole paritarie dell'infanzia e una primaria, aderenti alla campagna nazionale OpenDay Insieme. Alla Bassani, che da anni porta avanti con grande passione il suo impegno come responsabile educativo delle scuole "Il Pellicano", abbiamo posto alcune domande su come affrontare la scelta della scuola in questo periodo di iscrizioni.

Luisa Bassani,  chiedersi "come scegliere la scuola giusta" ha ancora un senso?
Altro che se ce l'ha. È molto importante chiederselo, perché l'ambiente conta moltissimo! Le famiglie lo sanno, ma si è persa la fiducia che ci sia veramente qualcuno che lavora gratuitamente solo per il bene dei ragazzi; troppo si è pubblicizzato e comunque nessun luogo è automaticamente capace di garantire l'esito, e questo spesso toglie la spinta.

Dove sta il vero problema secondo lei?
Credo che la grande emergenza, per la crescita umana e culturale dei nostri ragazzi, nasca in primis dal fatto che l'educazione, sia per le famiglie che per la scuola stessa, oggi coincide con la parola fatica. L'esperienza che abbiamo fatto noi, invece, come famiglie che hanno fondato la scuola "il Pellicano", è che la parola più grande è gioia, è gusto, è bellezza.

Può approfondire questo aspetto?
Il figlio è una grande bellezza; una cosa che non possiedi, che si dispiega e cresce davanti a te, che porta dentro una cosa che non è tua e che è totalmente altro da te, eppure ha dentro una bellezza, una grandezza che purtroppo non è riconosciuta, perché alla ragione ed al cuore dell'uomo di oggi non è più evidente quello che invece è evidente. Il rapporto coi più giovani, la trasmissione a un altro di ciò che hai trovato come risposta buona per te, non è un problema nel senso di una difficoltà: è una meravigliosa avventura, è una cosa che il cuore dell'uomo desidera più di tutto. L'emergenza più grande credo che sia proprio questo desiderio e il riconoscerne la bellezza al di là di tutte le incrostazioni di paura e di difficoltà che ci sono, ma che a volte rischiano veramente di obnubilare la fiamma che c'è dentro, che è la fiamma del cuore dell'uomo che desidera trasmettere la vita; non solo la parte biologica, ma anche il perché vale la pena. E per questo non solo è ancora importante scegliere, ma scegliere bene…

Cominciamo a parlare di questo. Scegliere bene non è facile. Da dove si comincia?



  PAG. SUCC. >