BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UNIVERSITA'/ Sogaro (Cnsu): a chi giova far saltare la riforma del diritto allo studio?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

InfoPhoto  InfoPhoto

Come presidente del Cnsu non posso non esprimere amarezza per quanto accaduto. Come mai, proprio chi si propone come rappresentante degli studenti, avanzando pretese più o meno legittime, si sottrae, a discapito degli universitari stessi, alla possibilità di incidere positivamente sul testo del decreto? Proprio chi chiede di investire maggiormente nel diritto allo studio impedisce di riformarlo. Come mai il “sindacato degli studenti” è pronto a boicottare l’unico organo nazionale di rappresentanza studentesca per ottenere, di fatto, un qualche straccio di visibilità pubblica? La sinistra ha subito gridato allo scandalo per “salvare” gli studenti da un presunto colpo di mano del ministro Profumo. Questi i proclami. Altri, invece, i fatti: da quasi due anni al ministero si lavora a questo diritto allo studio, con il pieno coinvolgimento del Cnsu in tutte le sue componenti. Spero di sbagliarmi, ma l’impressione è che le citate associazioni, di destra e di sinistra, siano ormai entrati nel pieno della campagna elettorale. Ed è spiacevole a dirsi, perché, alla fine, a essere sconfitti sono sempre gli stessi.


Mattia Sogaro, presidente del Cnsu



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.