BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Cosa c'è dietro il fallimento dei corsi di recupero?

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Mentre i corsi di recupero delle scuole falliscono, associazioni di volontariato come quella riescono a condividere il bisogno di imparare di tanti studenti e lo fanno grazie alla dedizione gratuita di tanti insegnanti e studenti universitari che dedicano parte del loro tempo libero ad aiutare chi ha delle lacune nella preparazione a trovare la strada per colmarla. 

Da questa esperienza emerge un dato significativo, e cioè che uno studente in difficoltà non è aiutato da un corso, ma da uno sguardo umano, segno che la scuola perde tanti studenti perché li considera un numero, mentre essi per imparare hanno bisogno di sentirsi voluti bene. Si tratta allora di fare una riforma radicale? No. Semplicemente la scuola dovrebbe fare un passo indietro e riconoscere che dove lei fallisce c’è chi riesce. E allora dovrebbe semplicemente valorizzare questa ricchezza del volontariato per la capacità che ha di intervenire sul grave fenomeno della dispersione scolastica. 

Ma per fare questo ci si dovrebbe liberare dallo statalismo che all’istituzione demanda tutto, per riconoscere che nella realtà c’è chi sa condividere meglio il bisogno e sa rispondervi. Il problema è se interessa di più che lo studente colmi le sue lacune o che l’istituzione tenga in mano tutto, proprio tutto.  

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.