BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Un prof (Usa): ecco perché un pc non potrà mai sostituire Virgilio

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Molti anni addietro, oltre che insegnare, mi occupavo del centro tecnologico della nostra scuola. Un giorno, mentre stavo discutendo con uno degli amministratori, costui dichiarò all’improvviso che dovevamo chiedere a ognuno dei nostri studenti di andare online per visitare il sito web dell’Art Institute di Chicago. Il web era allora relativamente nuovo e il loro sito era uno dei migliori, pieno di bellissime foto dei quadri della loro collezione: Monet, Seurat, Picasso e altri. Rimasi un attimo in silenzio e poi gli feci presente che la nostra scuola era a dieci minuti dall’Art Institute e che era molto meglio per i nostri studenti vedere personalmente nella realtà uno di quei quadri, piuttosto che diecimila riproduzioni digitali. 

Come Dante all’inizio della Divina Commedia ci troviamo a un crocevia. La tecnologia può essere un utile strumento, come i libri, le canzoni, le foto e qualsiasi altro mezzo a nostra disposizione, ma non può, né deve, sostituirsi ai nostri Virgilio: i nostri insegnanti e le nostre aule. Quanto si ottiene in termini di educazione attraverso discussione, prestazione e contatto umani, costituirà sempre la nostra più grande risorsa di apprendimento, la scintilla e la fiamma che ci muovono e ci spingono a stare di più insieme agli altri che da soli.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.