BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ L'ateo Clegg preferisce le scuole cattoliche allo statalismo del Fatto Quotidiano

Pubblicazione:

Nick Clegg (InfoPhoto)  Nick Clegg (InfoPhoto)

Verrebbe da rispondere che non se lo domanda perché la risposta è troppo semplice e troppo scomoda. E allora, meglio inveire contro chi fa emergere il problema con piena evidenza e ribadire ancora una volta che se anche la scuola cattolica (o comunque paritaria) fosse migliore, non deve esistere o quantomeno non deve essere scelta da chi non crede. In nome della coerenza, ancora una volta “muoia Sansone con tutti i Filistei”.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
07/03/2013 - Riformare la scuola spendendo meno (Giuliano Romoli)

È paradossale come, di fronte allo sfacelo del sistema scolastico, il ministro Profumo tra le dieci priorità politiche segnalate nell’atto di indirizzo datato 4/2/2013 non faccia menzione delle scuole paritarie. Solo nella priorità n. 8 accenna al fatto di “dare valore ad un’autonomia scolastica responsabile”, lasciando necessariamente sul vago “come” dare autonomia vera a una scuola dove gli indirizzi in materia amministrativa e pedagogica vengono ancora dettati rigidamente da Roma. Intanto, pur in piena crisi economica, sempre più genitori si rivolgono a noi (parlo come dirigente di scuola paritaria), spesso sconvolti dall’incapacità della scuola di provenienza di dare risposte ai bisogni formativi dei loro figli. Quando si prenderà atto nel nostro Paese che si potrebbe rilanciare efficacemente il sistema scolastico a costo zero, anzi spendendo meno? Giuliano Romoli