BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ La gita scolastica? Può essere uno "sballo" che vale la pena

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Una città viva come Pompei è morta per sempre per quanto rimanga un bellissimo pezzo di antiquariato, mentre la città dei morti delle catacombe di San Gennaro vive ancora nella fede del popolo di Napoli e nel tempo ha cambiato volto alla città, con tutte le chiese e le opere di carità come gli ospedali (strutture mai pensate e costruite dai romani).

Ancora. Vedere Napoli e conoscere chi ci vive, mangiando e cantando assieme o passeggiando per il Rione Sanità ha chiesto attenzione nel guardare bene, nel capire persone e situazioni al di là dei pregiudizi e degli stereotipi televisivi. Così anche la gita può diventare occasione educativa, perché è una convivenza nella quale i docenti hanno qualcosa da scoprire anch'essi e da proporre come significato di ciò che si guarda e si vive. Così è più facile anche chiedere agli studenti di usare il tempo in modo ragionevole, chiedere ai docenti di assumersi responsabilità. E anche dare regioni adeguate alle famiglie che devono fare sacrifici economici, in questo momento di crisi, pur di far partecipare i figli. Perché ne vale la pena.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
27/04/2013 - Una occasione (Gianni MEREGHETTI)

La gita scolastica è una occasione, questo è quello che ho imparato trovandomi nelle situazioni più interessanti e più strane, ma ogni volta si è aperta una possibilità di una ricchezza nuova, una ricchezza il cui inizio è il sussulto che il cuore prova quando si trova di fronte a qualcosa che lo riguarda. Questo fa diventare la gita scolastica una occasione, la percezione che i gioco vi sia la vita. Senza questo anche la gita più bella è un fallimento.