BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESAMI DI STATO/ Maturità 2013, prima prova, analisi del testo (tipologia A): ecco il "segreto" per il giusto svolgimento

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

InfoPhoto  InfoPhoto

Leggere bene la traccia, d’altronde, aiuta tantissimo: «prendendo spunto dal testo proposto, proponi una “tua antologia personale” indicando le letture fatte che consideri fondamentali per la tua formazione» (mentre evidentemente, stando così le cose, perdere tempo nel toto-tema è demenziale). 

Certo, rimane il fatto che per parlare di una questione c’è bisogno di maturità, ossia di molto più che aver studiato qualche paragrafo. È evidente che conta, più che sapere come si fa un’analisi, che cosa hai da dire. Ma per avere qualcosa da dire su un testo, non è indispensabile averne letti molti: è indispensabile aver vissuto molto. Se nella poesia non senti la vita, non avrai nulla da dire. Perciò, permettimi, se in questi giorni vuoi prepararti proprio bene al compito di italiano, studia di meno e vivi di più! 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.