BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Se la maturità diventa "seguire" le tracce

Pubblicazione:

Un gruppo di studenti  Un gruppo di studenti

Da un certo punto di vista gli argomenti ci sono: l’individuo e la massa, la democrazia e il mercato, la ricerca d’avanguardia, etc. Ci sembra però che in queste tracce manchi una cosa, senza la quale non solo è difficile scrivere, ma parlare, insegnare, educare: un’ipotesi. Cioè? Un’ipotesi di lavoro, di senso, su cui dire il proprio parere, un punto dato da cui partire per poter mettersi in paragone, poter dissentire o essere d’accordo, insomma qualcosa che offra alla fine di un quinquennio superiore ad un ragazzo di 19 anni la possibilità di entrare in dialogo con tutto ciò che ha studiato e letto, con il passato e il presente, provando a fare una sintesi e a dare un giudizio. Diciamo questo perché vorremmo, ci piacerebbe, che anche chi crea queste tracce ci desse un punto di vista, facesse una provocazione o almeno suggerisse un taglio da dare in modo che in “non più di cinque colonne di metà foglio protocollo” il ragazzo potesse confrontarsi con un’ipotesi e a partire da quella, anche magari sulla scorta di documenti e conoscenze, potesse prendere una posizione, lanciare un’idea, dare un giudizio. Pensiamo che questo sia augurabile alla fine di un percorso, di un cammino di conoscenza critica del mondo e non solo chiudere con il problema di essere competenti o addestrati.

(Mario e Martino Frizziero)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.