BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Come diventare grandi? Ce lo insegna un tredicenne

Pubblicazione:

infophoto  infophoto

Può cambiare soprattutto il suo sguardo verso Jeffrey, può scoprirsi un fratello capace di compagnia, come riesce, con tutte le sue contraddizioni.

Sonnenblick, autore americano, ci presenta inoltre un paese, il suo, dove ammalarsi può coincidere con la rovina economica di una famiglia, dove al dispiacere per la sofferenza si associa la preoccupazione dei conti da pagare che salgono alle stelle. E leggendo ci viene un respiro di sollievo a pensare che a noi, tutto questo, viene risparmiato in caso di malattia.
C’è molto in questa storia. Certo non c’è tutto.
C’è la discretissima frequentazione della madre nella chiesa dell’ospedale e le sue preghiere, che scopriamo come di sfuggita solo nelle ultime pagine. E’ questa una discrezione eccessiva, che sottrae a Steven quell’ipotesi interessante che da solo non riesce a considerare e che nessun adulto sa proporgli.
C’è un eccesso di identificazione con Jeffrey, che porta tutti i ragazzi della band a radersi i capelli come lui, nell’ingenuità di pensare che diventare simili possa essere di aiuto, come se sapesse togliere davvero un solo briciolo di sofferenza.
Resta che nel romanzo di Sonnenblick, c’è molto. E sarebbe un peccato perderselo. Al lettore, nella sua vita, sta aggiungere ciò che manca.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.