BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Tutte le domande della filosofia si "incontrano" a Roma

Pubblicazione:

Raffaello, Scuola di Atene (1509-10) (Immagine d'archivio)  Raffaello, Scuola di Atene (1509-10) (Immagine d'archivio)

Il tema scelto per l'edizione 2013-2014 è: "Sapere aude! Natura e possibilità della ragione umana", e rimette al centro delle preoccupazioni della scuola la domanda centrale sulla natura razionale dell'uomo, sui suoi limiti e sulle sue possibilità conoscitive, prendendo spunto dal motto illuministico che dà inizio all'epoca contemporanea.

Il concorso Romanae Disputationes si rivolge a tutti gli studenti del triennio e prevede le seguenti fasi:

1. la Lezione accademica introduttiva sul tema del concorso in web conference nelle diverse sedi locali (7 novembre 2013);

2. il lavoro dei team: gli studenti, nelle categorie Junior (III e IV anno) e Senior (V anno), affiancati da un docente referente, redigono un elaborato scritto di max. 15 pagine e/o una presentazione multimediale non superiore ai 10 min. sul tema del concorso (15 novembre 2013-31 gennaio 2014).

3. la Convention e la Premiazione: i team partecipanti si ritrovano a Roma per una due-giorni che comprende lezioni accademiche, seminari di presentazione e discussione dei migliori elaborati, visita alla Roma dei filosofi, serata filosofico-musicale e premiazione finale (18-19 marzo 2014). Gli elaborati scritti e le presentazioni multimediali che otterranno i primi tre premi verranno pubblicati.

La giuria è composta dal comitato scientifico coadiuvato dai membri del comitato didattico. Gli elaborati verranno valutati in base alle seguenti caratteristiche: correttezza e coerenza argomentativa, linearità e sinteticità, precisione nei riferimenti ai testi e alle fonti, profondità e originalità. Le presentazioni multimediali verranno valutate in base alla loro originalità e pertinenza al tema del concorso.

È possibile prendere visione di tutti i dettagli nella locandina delle Romanae Disputationes sui siti di ToKalOn e di Diesse.

Dunque, in questo inizio di scuola, vale ancor di più il grande detto socratico: "Una vita senza ricerca non è degna di essere vissuta". Buon lavoro a tutti.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.