BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCUOLA/ La ricerca Nielsen: per gli italiani l’istruzione serve a trovare lavoro ma non per fare carriera

Gli italiani continuano ad avere una certa fiducia nell’istruzione. Lo certifica una ricerca di Nielsen, secondo cui il 46% degli italiani incida positivamente sulla ricerca del lavoro

Infophoto Infophoto

Per lo meno, gli italiani continuano ad avere una certa fiducia nell’istruzione. Lo certifica una ricerca di Nielsen, secondo cui il 46% degli italiani (contro il 41% degli europei e il 43% mondiale) è convinto che incida positivamente sulla ricerca del lavoro. Quando, però, l’avverbio si muta in “decisivamente”, la percentuale scende al 16%, contro la media europea del 24%, e quella mondiale del 32%. Resta il fatto che solamente il 13% degli italiani, contro il 22% degli europei e il 32% nel resto del mondo, crede che l’educazione possa rappresentare un fattore determinante per il proseguimento della carriera e per guadagnare di più. Rispetto, poi, al giudizio dato sulla qualità dei servizi educativi, il 34% (contro il 45% in Europa e il 49% nel mondo) pensa che le strutture delle scuole primarie e secondarie delle proprie zone siano eccellenti mentre più della metà (contro il 53% in Europa e il 43% nel mondo) considera più che adeguato il servizio educativo disponibile. Infine, come riporta Nielsen,«risulta una minoranza (l’8%) quella degli italiani che danno un giudizio positivo sulle opportunità di borse di studio messe a disposizione dalle istituzioni governative locali».

© Riproduzione Riservata.