BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Concorso, 1 imbroglio moltiplicato per 320mila (e il Tfa pure)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

L'ex ministro dell'Istruzione Francesco Profumo (Infophoto)  L'ex ministro dell'Istruzione Francesco Profumo (Infophoto)

Bene, dal 25 luglio scorso, questo stesso neo-abilitato ha come prospettiva di mettersi pazientemente in coda, nell’immediato futuro, con i circa 75mila precari che, pur non avendo superato il test pre-selettivo dell’anno scorso, ma potendo esibire un certo numero di anni di insegnamento svolto, parteciperanno ad un nuovo ed imminente percorso abilitante, confezionato appositamente per loro. I burocrati del ministero, nel predisporlo, hanno pensato di cambiargli nome: Pas, non più Tfa. Perché mai? Stiamo superando il transitorio… suvvia.

Provo ora ad immaginare ciò che questi due ipotetici aspiranti docenti (vincitore di concorso o neo-abilitato che siano) possono pensare di fronte a metafore come quella che ci viene proposta nel libro Acqua alle funi. Per una ripartenza della scuola italiana. Non fatico a credere che il pensiero condiviso possa essere questo: se l’obelisco da tirare su, a forza di funi, è questo sistema amministrativo di cui abbiamo richiamato due recentissimi e fulgidi esempi, se l’obelisco da conservare è il pachiderma burocratico capace di partorire (e alimentare) centinaia di migliaia di precari che ruotano intorno ad una improponibile quantità di classi di concorso, se l’obelisco da spingere nella giusta direzione è il mostro capace di produrre un concorso e quasi in contemporanea il ricorso allo stesso concorso… se è questo, non ci sono dubbi: tagliate le funi! Scopriremo ben presto che l’obelisco che si voleva issare e conservare è una riproduzione in cartapesta, un falso d’autore, che l’obelisco vero se ne sta al sicuro, da un’altra parte. Bisogna avere il coraggio di ricominciare a cercarlo, da capo, con sincerità.

Con l’obelisco vero, forse, troveremo un sistema educativo nuovo, capace di avere nel cuore chi deve crescere, non chi, da lungo tempo cresciuto, vuole solo autoconservarsi.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.