BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Perché a Trento i dati Ocse-Pisa sono migliori?

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

La recente pubblicazione dei risultati della quinta indagine Pisa (Program for International Student Assessment) che ogni tre anni valuta le capacità di un campione significativo (510.000) di studenti quindicenni dei 65 Paesi facenti parte dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Ocse) ha confermato per l'Italia risultati medi in matematica, lettura e scienze inferiori alla media Ocse. 

Tuttavia l'Italia è uno dei Paesi che rispetto alle ultime due rilevazioni (2006 e 2009) ha registrato significativi progressi soprattutto in matematica e scienze, in media rispettivamente di circa 20 e 18 punti e questo a giudizio del ministro Maria Chiara Carrozza "deve essere da stimolo per continuare a lavorare per migliorare le performance dei nostri studenti". Il ministro inoltre ha sottolineato che "l'Italia ha migliorato i suoi risultati senza rinunciare al principio di equità nel sistema di istruzione" e che il nostro Paese "continua a mostrare livelli di qualità superiori alla media Ocse nell'apprendimento in matematica con solo il 10% di variabilità nei risultati ascrivibile alle differenze di status socioeconomico dei ragazzi"; quest'ultimo dato "testimonia l'incredibile potenziale della nostra scuola come motore della mobilità sociale". Se Roma è moderatamente soddisfatta, Trento può vantare il primato in Italia, incamerando un ulteriore riconoscimento dopo che Il Sole 24 Ore ha recentemente assegnato al Trentino il primato nazionale in fatto di qualità della vita.

 

Tab. 1 – Risultati Pisa rilevazione 2013 (sintesi)

RIFERIMENTI / PUNTEGGI

  MATEMATICA

  SCIENZE

  LETTURA

Valore massimo Ocse

  613

  580

  570

Valore minimo Ocse

  368

  373

  384

Media Ocse

  494

  501

  496

ITALIA

  485

  494

  490

Provincia Autonoma di Trento

  524

  533

  521

 

Il Trentino ha partecipato all'indagine con un campione rappresentativo di 1.352 quindicenni di 50 scuole. I risultati hanno confermato gli ottimi risultati della scuola trentina, non solo rispetto alle altre regioni italiane, ma anche comparativamente rispetto al resto dei Paesi dell'area Ocse. Secondo l'indagine Trento è all'undicesimo posto della classifica mondiale con risultati sempre superiori alla media Ocse ed in linea con quelli dei Paesi europei con le migliori performance. 

Nel confronto tra tipologie di scuole i licei confermano l'eccellenza del sistema, a seguire gli istituti tecnici e la formazione professionale; quest'ultima ha migliorato sensibilmente rispetto alle precedenti rilevazioni i risultati delle tre competenze oggetto della rilevazione, contribuendo con ciò all'innalzamento della media provinciale. Un ulteriore elemento che qualifica i risultati dei quindicenni trentini è rappresentato dal buon livello di equità del sistema: il 24% degli studenti liceali e il 18% degli studenti frequentanti gli istituti tecnici si colloca nella fascia dell'eccellenza (i top perfomer) mentre al di sotto e pari al livello 1 (più basso) nella scala delle tre competenze rilevate si collocano rispettivamente soltanto il 2%  e il 7% degli studenti trentini, rappresentando una quota nettamente inferiore rispetto alla media nazionale e internazionale.



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
03/01/2014 - Semplice (luciano dario lupano)

Perché al di la del luogo comune delle risorse sono seri e badano al sodo. E per capire come funziona altrove è sufficiente guardare un Tg, servizio pubblico??, e badando ai conati di vomito, vedere tutti quei chiaccheroni che badano solo a presenziare e dare la colpa agli altri della loro inutilità!