BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BOCCIATA ALLA MATURITA'/ Aveva la media del 7, il Tar fa ripetere l'esame

Pubblicazione:

foto: Infophoto  foto: Infophoto

È stata ammessa all’esame di maturità con la media del 7 ma poi è stata bocciata. Così Federica, la studentessa del liceo linguistico “Piero Godetti” di Genova, si è rivolta al Tar che le ha dato ragione. E la ragazza ha potuto ripetere l’esame, superando la prova con 67/100. In pratica, durante il primo esame, sia gli scritti che gli orali sono andati male, costandole appunto la bocciatura  ma i giudici del tribunale le hanno consentito di ripetere la prova per “macroscopica difformità tra il curriculum scolastico della ricorrente e l’esito delle prove d’esame, in particolare della prova orale che è stata valutata con un punteggio così ridotto da rendere perlomeno necessario il supporto di una motivazione particolarmente dettagliata e puntuale”. Da qui l’estate di Federica è trascorsa sui libri per tentare di recuperare. Ci è riuscita, qualche giorno fa, e ha ottenuto il suo diploma, che le ha permesso di iscriversi alla facoltà di Lingue straniere, anche se il sogno della ragazza era quello di iscriversi a Logopedia, ma non lo ha potuto realizzare in quanto a settembre, quando ci sono stati gli esami di ammissione, Federica non aveva ancora il diploma. (Serena Marotta)



© Riproduzione Riservata.
 

COMMENTI
10/11/2014 - CVD (alberto tondina)

l'esame non serve a niente, è ora di abolirlo. E certe commissioni che commettono abomini andrebbero segnalate sul curriculum, abbassando lo stipendio per un anno come si fa con gli arbitri. Sono ancora infuriato per come una emerita ignorante ha massacrato mio figlio, all'esame del 2013 (p.s. parlo per conoscenza diretta: insegno scienze, ho ascoltato la sua interogazione di scienze... Peraltro le altre due "fetentissime esterne", ma che non so giudicare nel merito, rientravano nella categoria "di liceo concorrente, che considera il programma svolto di serie B", "di scuola serale, che deve dimostrare di conoscere la materia e che scava finché non trova i punti di debolezza dell'alunno con interrogazioni di 20 minuti", il tutto condito da "presidente imbelle, che non dà nessun indirizzo alle interrogazioni, basta che non ci siano problemi"). Lui aveva la media dell'otto da 5 anni e 40 negli scritti... e se ha preso la sufficienza all'orale, è per i voti dei membri interni.