BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Clil, due cose da fare per evitare il caos

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

La terza, aver — come sempre avviene per la formazione dei docenti in servizio — relegato l'azione di altri formatori pur riconosciuti dal Miur (vale a dire le azioni formative, sporadiche o continuative, di associazioni professionali e anche di qualche altro ente, quali il British Council o l'Università Ca' Foscari, o tutte le iniziative delle varie reti Clil) al livello della semplice "sensibilizzazione". Senza verificare se, per caso, la vera risorsa mancante, i formatori dei formatori, non fosse nascosta proprio lì dentro.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.