BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Dispersione, la ricetta-Carrozza è quella giusta

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Da questo atto legislativo devono essere tratte le conseguenze dovute: alle scuole è chiesto di uscire dall'autoreferenzialità e dalla pretesa di voler risolvere da sole i problemi di abbandono scolastico. Il decreto chiede loro di imparare a guardare e riconoscere quello che succede dentro la società, di andare a scoprire chi già sta operando contro la dispersione per poter mettere in atto una collaborazione utile ad entrambi. Che finalmente scuole e realtà associative libere collaborino insieme per rendere sempre più efficace l'impegno educativo: questa sarebbe davvero una svolta, e un duro colpo al muro cementato dallo statalismo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
12/02/2014 - dispersione e realismo (loredana colombo)

Ma nella realtà quali sono queste agenzie esterne alla scuola capaci di combattere la dispersione scolastica? Non siamo noi docenti i professionisti, in possesso di adeguate competenze e metodologie, ma purtroppo senza risorse? Ad es. ogni anno diminuiscono i fondi per le aree a forte processo migratorio, mentre tra gli stranieri la dispersione è altissima...Nella mia trentennale esperienza, quando si sono provati progetti di rimotivazione, metodo di studio ecc. con soggetti esterni (equipe di psicologi) si sono buttati soldi senza esito alcuno. Invece danno grandi risultati i momenti in cui si riesce a lavorare in un rapporto uno-uno con gli studenti, perché si crea una relazione personale, che in classi di 30 alunni si fatica a costruire.