BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Alunni disabili, tutte le strategie dello Stato per discriminarli

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

"Dalla disposizione in questione si evince anche, che il costo dell'insegnamento di sostegno è posto a carico dello Stato e giammai potrebbe essere posto dagli istituti scolastici paritari a carico dei genitori degli alunni portatori di handicap. In questa prospettiva, ove mai vi fossero dubbi interpretativi, si imporrebbe comunque una interpretazione costituzionalmente orientata della disciplina alla luce dell'art. 33, comma 4, Costituzione, in base al quale "la legge, ... deve assicurare ad esse [scuole paritarie] e ai loro alunni un trattamento scolastico equipollente a quello degli alunni di scuole statali". (Ordinanza 2122/13, emessa il 14 novembre scorso dal Tribunale Civile di Roma).

Continuiamo cosi a chiedere instancabilmente alla classe politica, soprattutto oggi, in questa Italia cosi confusa e frammentaria, di posizionarsi al cuore del problema: il diritto degli alunni con disabilità a non essere discriminati rispetto ai compagni frequentanti le scuole statali, e l'obbligo delle scuole paritarie a garantire l'integrazione scolastica, implica che lo Stato è tenuto a pagare il docente di sostegno rispettando e garantendo la libertà di scelta educativa della famiglia che non può essere discriminata nell'esercizio di un proprio diritto.

Al bivio di ogni scelta si abbia il coraggio di guardare ai diritti dei più deboli, dei cittadini, della civitas.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.