BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Liceo in 4 o 5 anni? La lezione del Ticino

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Tornando alla situazione italiana, varrebbe la pena di adottare nel sistema di istruzione del secondo ciclo la durata quadriennale dei percorsi formativi? Il confronto con la realtà ticinese mostra che una tale modifica richiederebbe, in ogni caso, un previo, e ben assestato legame con il mondo universitario e del lavoro. La semplice riduzione di un anno del percorso liceale, senza che ad essa corrisponda l'effettiva possibilità di trovare un impiego, oppure di laurearsi poi nei tempi debiti, produrrebbe soltanto un accumulo di disoccupati di un anno più giovani di quelli attuali. Se non ricordo male, anche il fatidico bachelor universitario triennale fu introdotto per anticipare l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro; ma con quali risultati, lo vediamo bene adesso. 

Da un punto di vista strettamente culturale, invece, il liceo può di certo essere ridotto a quattro anni; è così in Svizzera, come in altre nazioni europee. La radice del problema, però, è sempre la stessa: dipende da che cosa si vuole ottenere. Per offrire a un giovane una formazione spiccatamente umanistica, che metta al centro lo sviluppo di capacità critica, cioè di pensiero, legata soprattutto alle discipline umanistiche e alla matematica, un percorso quinquennale, strutturato in biennio e in triennio, è assolutamente ineguagliabile. Per altri percorsi, quattro anni possono bastare (fino a una quindicina d'anni fa, ad esempio, tale era il liceo artistico). Ipoteticamente, si potrebbero preservare alcuni – pochissimi – percorsi quinquennali, e renderne altri quadriennali. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
02/03/2014 - durata liceo (Carla Tedeschi)

Ad essere sincera, pur apprezzando il desiderio di rigore dell'articolo, mi sfugge la logica di fondo e la conclusione. Il punto non mi sembra risieda nel fatto che il liceo duri 4 o 5 anni, ma negli anni necessari a conseguire la maturità. In Ticino, come in Italia, ci vogliono 8 anni dopo le elementari. Che poi siano ripartiti in un modo e in un altro non è del tutto indifferente ma neanche sostanziale. Certamente un ragazzino potrà annoiarsi più facilmente nella scuola media ticinese, visto che dura 4 anni. Analogamente, malgrado la partizione biennio-triennio, sarà più facile che riceva meno stimoli al quinto anno di frequentazione nel liceo italiano. Insomma... pro e contro... ma nella sostanza nessuna grande differenza...