BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA/ Lezione di storia: si può amare la verità solo per "contagio"

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Profughi armeni (Immagine d'archivio)  Profughi armeni (Immagine d'archivio)

Riusciamo a cogliere il perché: non sono in gioco categorie interpretative della storia, cosa sia giusto, cosa sia sbagliato; la difesa dell'armenità e l'attenzione ai giusti vengono dallo stesso metodo, da un impegno totale con la vita. Questo è il fascino che comunica questa lezione straordinaria sul dramma degli armeni e sulla esemplarità dei giusti, incontrare un uomo e una donna che vibrano di un amore inarrestabile per la verità e rimanerne contagiati. 

Pietro Kuciukian racconta cosa significhi essere armeno, racconta fatti accaduti che sono stati negati o nascosti, parla del suo popolo con un grande amore ed una conoscenza precisa in ogni dettaglio. La sua è una testimonianza appassionata, coinvolgente, gli studenti reagiscono incuriositi con domande per entrare sempre più nei particolari, e uno di loro va al nocciolo della questione, gli chiede se lui sia certo che la verità verrà un giorno riconosciuta, se quello che il popolo armeno ha ingiustamente subito verrà raccontato anche in Turchia dove ancor oggi viene negato. La risposta è ferma e commovente: "Certo che la verità verrà riconosciuta" risponde Pietro Kuciukian, "e per il semplice fatto che noi la portiamo, che noi armeni ci siamo".

È la coscienza di un compito che viene dalla vita, che ti è dato da quello che sei, dal popolo cui appartieni: questo è ciò che Pietro Kuciukian ci comunica. È venuto da Milano per ventisei studenti e un professore solo per questo, perchè ama la verità, e questo ci basta non solo per credergli ma per capire che abbiamo oggi lo stesso compito che lui ha in quanto armeno, quello di servire dovunque la verità. Questo, incontrando due testimoni del mondo armeno, ho imparato, che amare la verità è il compito che ti dà la vita e che se lo assumi ne diventi protagonista. Non è forse questo a documentare quanto la storia c'entri con la vita? 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.